Molte persone tra i 18 e i 69 anni sono in eccesso ponderale. È particolarmente preoccupante la crescente diffusione del problema nella popolazione infantile. Il sovrappeso durante l’infanzia ha riflessi negativi sulla salute sia nel corso della stessa infanzia sia in adolescenza e in età adulta.

Se un bambino è obeso a 6 anni ha molte possibilità di essere obeso anche da adulto.

La maggior parte degli adolescenti obesi rimane obeso anche in età adulta, per la maggiore difficoltà a ottenere un dimagrimento stabile a seguito di vincoli biologici e psicosociali.

È utile quindi privilegiare interventi di prevenzione e di trattamento del sovrappeso anche prima dell’adolescenza.

La dimensione che il problema sta assumendo è particolarmente grave perché sovrappeso e obesità, al di là delle più immediate conseguenze estetiche e sociali, rappresentano importanti fattori di rischio per le malattie metaboliche e degenerative quali cardiopatie, malattie cerebrovascolari, respiratorie e osteoarticolari, diabete, steatosi epatica, calcolosi.